VINORA JAZZ                                 Art Director Riccardo Conforti

Antonio Onorato  

"Compositore e chitarrista eclettico, ha una carriera artistica di grande rilievo nel mondo del Jazz e della Musica. È uno dei pochi jazzisti italiani che ha tenuto un proprio concerto al Blue Note di New York, tempio storico del jazz internazionale.

Studioso di etnomusicologia, la sua ricerca si basa essenzialmente sulla fusione degli stilemi armonico-melodici del linguaggio della cultura napoletana con la musica afro-americana, medio-orientale e brasiliana che lo ha portato ad individuare un linguaggio del tutto personale. La sua esperienza non si ferma solo al Jazz, ma spazia anche nei linguaggi della World Music e della composizione per orchestra.

26 sono i CD pubblicati come solista nei suoi quasi 30 anni di carriera.

Numerose le partecipazioni a Festival in Italia e all`estero accanto a nomi internazionali come John Scofield, Jan Garbarek, Charlie Haden, Steve Grossman, John McLaughlin, Pat Metheny, Tito Puente, TootsThielemans, Tuck & Patti, Gary Burton, George Benson.

Progetti e collaborazioni con Toninho Horta, Franco Cerri, Eddy Palermo, Tullio De Piscopo, James Senese, Joe Amoruso, Tony Esposito, l'attore Enzo Decaro, Enzo Gragnaniello, Roberto Murolo, per citarne solo alcuni.

Nel 1997 e nel corso del 2012, 2013 e 2014 è stato Special Guest in alcuni concerti di Pino Daniele.

E' l'unico musicista al mondo a utilizzare la breath guitar Yamaha g10 (chitarra a fiato), strumento rivoluzionario e futuristico."

“Organ trio”                         con Alessio Busanca organo  Gino Del Prete  batteria  Daniele Scannapieco sax
“Organ trio” con Alessio Busanca organo Gino Del Prete batteria Daniele Scannapieco sax

Daniele Scannapieco,  sassofono tenore e soprano, nasce nel salernitano nel 1970, figlio d'arte cresce a contatto con l'ambiente jazz, prima italiano poi europeo. Completa gli studi classici nel 1990 al Conservatorio di Salerno dove consegue il diploma in clarinetto. Si trasferisce a Roma nel 1991 e inizia a collaborare con i musicisti più rappresentativi del jazz italiano: R. Gatto, S. Sabatini, S. Di Battista, T. Scott, E. Pietropaoli, S. Bollani, F. Bosso...

Numerose le collaborazioni con artisti stranieri: H. Salvador, J. Lovano, H. Ruiz, G. Hutchinson, E. Reed, J. Locke, I. Coleman ... 
Molte le collaborazioni discografiche con altri artisti e sette albums nella sua discografia personale tra cui: Scannapieco registrato con l'etichetta francese Night and Day, Never more nel 2004 e Lifetime nel 2008 che gli farà vincere l'Italian Jazz Awards come miglior album. Intensa l'attività live in Italia e nel mondo. Considerato da anni uno dei grandi talenti del jazz italiano ed europeo Scannapieco è un musicista eclettico capace di esprimere concetti musicali articolati e complessi senza mai perdere contatto con l'emozione del pubblico.

Alfredo Di Marttino Fisarmonica Tommaso Scannapieco Basso Michele Di Martino Piano Franco Gregorio Batteria
Alfredo Di Marttino Fisarmonica Tommaso Scannapieco Basso Michele Di Martino Piano Franco Gregorio Batteria

Alfredo Di Martino, una vita di musica, è tempo del primo album solista. Il fisarmonicista, fratello del virtuoso del piano Michele, ha suonato in tournée con Renzo Arbore, Gianni Conte e Monica Sarnelli. Ma soltanto a giugno, a più di cinquant'anni, ha voluto pubblicare il disco del debutto, "Free Reeds", dieci tracce con molti jazzisti di qualità e con la sua fisarmonica che si libera tra tango, melodie francesi e brani originali che parlano di padri e figli.

Di Martino, quando ha deciso di rompere il silenzio discografico?

«Il pubblico, al termine dei miei concerti "Accordion Project", che ho in repertorio da tempo, mi domandava sempre se ci fosse anche un disco».      (cit. la Repubblica)